Archivi tag: Madonna

Una chiesa e una città

Il Duomo di Firenzedi Marco Marchi

ATTENZIONE
Leggi versi da “Opus florentinum” in Testi!

Quando Mario Luzi in occasione del Giubileo del 2000 ideò la scrittura scenica di Opus florentinum, il fine letterario gli si propose doppiamente celebrativo: celebrare una chiesa e celebrare una città. Obbiettivi del tutto visibilizzati, ma intimi, profondissimi. In versione drammaturgica – secondo cioè mirabili precedenti, da Ipazia a Rosales, da Felicità turbate a Ceneri e ardori la poesia di Luzi, facendosi «opus», avrebbe reso omaggio, prima di tutto, all’«opus» predicato dal titolo, e cioè alla costruzione e alle vicende di una grande cattedrale dedicata alla Madonna.

Continua la lettura di Una chiesa e una città

L’universa compresenza

di Marco Marchi

Maestà di Simone Martini (particolare)ATTENZIONE
Leggi le poesie “Un attimo” e “Rimani dove sei, ti prego” in Testi!

Al seguito del pittore medievale Simone Martini, che si immagina di ritorno da Avignone alla natia Siena per l’ultimo viaggio (vedi l’articolo Luzi come Simone Martini), in Viaggio terrestre e celeste di Simone Martini, libro del 1994, la poesia di Mario Luzi compie un nuovo percorso iniziatico, purgatoriale, che punta direttamente al «cuore dell’enigma».

Continua la lettura di L’universa compresenza

Luzi come Simone Martini

di Nicoletta Mainardi

In una prosa raccolta in Trame (1982), Ritorno a Siena, Mario Luzi rievoca la sua adolescenza senese e il primo decisivo incontro con i capolavori dell’arte senese del Trecento. Fra questi l’ammiratissimo affresco di Guidoriccio da Fogliano realizzato da Simone Martini (Siena, 1284 circa – Avignone, 1344) nel Palazzo di Città, davanti al quale aveva tanto fantasticato. A Siena come a un paesaggio dell’arte che condensa in sé il mistero della creazione artistica Luzi è poi sempre tornato, dedicando alla città del Palio alcune fra le sue poesie più suggestive, fino a immedesimarsi nella figura del grande artista gotico caro alla sua giovinezza.

Continua la lettura di Luzi come Simone Martini