Archivi tag: dolore

Luzi e le lacrime delle cose

Luzi Francesconi miodi Marco Marchi

ATTENZIONE
Leggi “Delle segrete, silenziose lacrime” in Testi!

È una piccola storia sorprendente e profonda, a suo tempo raccontata con sensibilità e precisione di dettagli da un testimone attendibile come Nino Petreni. Protagonista, il poeta Mario Luzi; scenario, l’incredibile, storica e poetica Pienza, dove d’estate, come tutti sanno, Luzi amava soggiornare. È un tardo pomeriggio della caldissima estate del 2003 quando alla porta della dimora del poeta – nella stretta, fresca ed oscura Via del Bacio – bussa un imprenditore bresciano, un industriale, Roberto Zani. Si presenta, chiede di Mario Luzi, vuole incontrare il poeta. Luzi, generosamente disponibile come sempre, lo riceve, lo ascolta e subito capisce che la richiesta di Zani – sceso in Toscana proprio per conoscerlo, per potersi aprire e confrontare con lui su di un tema che lo affascina – non è di quelle abitualmente avanzate da studiosi e giornalisti, lettori e ammiratori.

Continua la lettura di Luzi e le lacrime delle cose

Le rondini di Mario Luzi

Mario Luzi di Daniela Del Monaco

ATTENZIONE
Leggi “Essere rondine” in Testi!

Sarà capitato a molti di soffermarsi a guardare il volteggiare di uno stormo di rondini nel cielo mentre siamo affacciati alla finestra o durante una passeggiata. Sicuramente è successo a Mario Luzi che ha scritto proprio una poesia sulle rondini – Essere rondine, poi confluita nella raccolta del 1985 Per il battesimo dei nostri frammenti –, tra le più belle che abbia mai composto.

Continua la lettura di Le rondini di Mario Luzi

“Nell’imminenza dei quarant’anni”

di Elena Gori

ATTENZIONE
Leggi “Nell’imminenza dei quarant’anni” in Testi!

È il 1954 e Mario Luzi, pochi giorni prima del suo quarantesimo compleanno, si trova a Viterbo dove come insegnante è commissario per la sessione autunnale degli esami di maturità in una scuola. La solitudine del luogo, immerso nella campagna pervasa dal vento, e l’imminenza del proprio compleanno costituiscono per il poeta l’occasione di un improrogabile bilancio della vita trascorsa.

Continua la lettura di “Nell’imminenza dei quarant’anni”